di fra Davide Pedone

I domenicani hanno segnato la storia e la spiritualità cristiana, ma poche sono le tracce lasciate dal loro fondatore. Chi è Domenico di Guzmán? Quali ragioni hanno portato questo gigante della fede a rimanere nell’ombra? Cosa rende originale e attuale la sua spiritualità? Per svelarne il carisma il testo ripercorre l’esperienza del santo nella chiave dell’andata e ritorno. La storia di Domenico prende le mosse da una vita semplice; come nel primo romanzo del ciclo epico tolkieniano, a cui il titolo allude, è rispondendo a una chiamata che l’ordinario si trasfigura: diventa avventura, spinge a fare e dire cose del tutto imprevedibili e ci restituisce a noi stessi profondamente cambiati. Ecco perché mettersi ancora oggi sui passi della “Stella del vespro” non significa incontrare un luminoso fantasma, ma riscoprire una vita, una vita da vivere.

Fra Davide Pedone è nato a Pontedera nel 1977. Bolognese d’adozione, frate domenicano e sacerdote, è priore del Convento Patriarcale di san Domenico a Bologna. Dedito alla formazione dei giovani e all’accoglienza di chi si accosta all’Ordine, da anni si divide tra la predicazione e direzione spirituale. Appassionato per la narrativa high fantasy in particolare del mondo tolkieniano, La stella del vespro. San Domenico, il suo carisma e la sua eredità è il suo primo scritto.