BEATISSIMO PADRE,

Fr. Gerard Francisco Timoner III OP, Maestro Generale dell’Ordine dei Frati Predicatori, in occasione delle Sacre Solennità che saranno celebrate per l’ottocentesimo anniversario della nascita al cielo di San Domenico dal giorno 6 gennaio 2021 al giorno 6 Gennaio 2022, porge alla Santità Vostra, l’affetto della debita obbedienza e della venerazione filiale e chiede:

I.- l’Indulgenza plenaria alle solite condizioni (Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice) lucrabile una volta al giorno dai fedeli veramente pentiti e mossi da carità (tale indulgenza potrà essere applicata a suffragio delle anime dei fedeli che ancora sostano in Purgatorio):

a) ogni volta che visiteranno devotamente la Basilica di Santa Sabina sul Colle Aventino o il Sepolcro di San Domenico nella Basilica annessa al Convento Patriarcale di Bologna, e rivolgeranno in questi luoghi a Dio umili preghiere, in un congruo spazio di tempo, per la fedeltà alla vocazione cristiana, per il dono delle vocazioni alla vita sacerdotale e consacrata, per la conversione dei peccatori e la crescita del Regno di Cristo in tutto il mondo, concludendo con la Preghiera del Signore, il Credo e le invocazioni alla B. V. Maria del S. Rosario;

b) ogni volta che con buona disposizione di spirito, assisteranno ad una qualche celebrazione in onore di San Domenico officiata in chiese o oratori del suddetto Ordine, soprattutto nei giorni 6 gennaio 2021 e 2022, in cui si apriranno e concluderanno le celebrazioni giubilari, il 24 maggio 2021, nella memoria della Traslazione di San Domenico avvenuta al tempo di Papa Gregorio IX (1233) e il giorno 4 agosto 2021, giorno della nascita al cielo di S. Domenico. 

II.- La facoltà per i Prelati insigniti della dignità cardinalizia o episcopale di impartire per una volta nella più solenne celebrazione giubilare la Benedizione Papale con annessa indulgenza plenaria, fruibile dai fedeli che, disposti secondo quanto indicato sopra, ricevano la medesima Benedizione devotamente. Etc.

 VIII DICEMBRE 2020

LA PENITENZERIA APOSOTOLICA, in forza delle facoltà conferiteLe dal Sommo Pontefice il Santo Padre Francesco, benevolmente acconsente per grazia alle richieste, raccomandando che vengano osservate le prescrizioni rituali riguardo la benedizione. Gli anziani, i malati e tutti coloro che per motivi gravi non possono uscire di casa potranno ugualmente  conseguire l’Indulgenza plenaria, avendo espresso il proposito di distacco da qualunque peccato e l’intenzione di adempiere, quanto prima sia possibile, alle tre consuete condizioni, se uniranno spiritualmente se stessi alle celebrazioni o ai pellegrinaggi, attraverso l’offerta delle proprie preghiere, delle proprie sofferenze o dei disagi della propria vita alla misericordia di Dio per mano di Maria. Affinché dunque si estenda più agevolmente la sollecitudine alla carità pastorale, al fine di conseguire il perdono divino per mezzo delle chiavi della Chiesa, questa Penitenzeria con grande premura chiede che i Sacerdoti dell’Ordine dei Predicatori si offrano con animo pronto e generoso alla celebrazione del Sacramento della Penitenza e amministrino sempre la comunione agli infermi. La presente è valida per tutto l’Anno Giubilare. Nonostante qualsiasi cosa in contrario.

MAURO CARD. PIACENZA – Penitenziere maggiore