Carissimi amici, il 30 ottobre a Izmir in Turchia abbiamo avuto un fortissimo terremoto. Molte vittime, molti hanno perso la loro casa e anche noi ad Alsancak abbiamo avuto la chiesa gravemente ferita e anche altri ambienti parrocchiali.

Abbiamo dovuto chiuderla subito, non è più un ambiente sicuro.

Per la celebrazione dell’eucarestia ci ritroviamo in una tenda montata nel cortile della parrocchia, piccolo per la nostra comunità e oggi con le norme di distanziamento a causa del corona virus non salubre. Vogliamo mettere in sicurezza la nostra chiesa, riparare i danni del terremoto per poterla riaprire quanto prima. Per la nostra piccola comunità cristiana la chiesa riveste ancora un punto di riferimento importante e il solo spazio per poter celebrare, pregare ed alimentare la fede senza grossi rischi e consentito dalla legge.

AIUTATECI A RIAPRIRE

Il vostro contributo, qualunque esso sia è molto importante per la nostra comunità.

Potremmo riaprire solamente con il vostro aiuto, con la vostra generosità.

Confidiamo nel Signore della Storia, noi abbiamo iniziato da subito a darci da fare, non abbandonateci, ricordatevi di noi pregate per noi e noi preghiamo per voi.

Fra Igor Barbini, parroco di Izmir

Scarica il volantino