Il mese domenicano della pace è incentrato in questo 2019 sull’India. Nel 2017 abbiamo manifestato la nostra solidarietà con i Domenicani impegnati a promuovere gli accordi di pace a fianco dei contadini della Colombia; nel 2018 abbiamo appoggiato i frati e le suore che lottano per la democrazia e la pace attraverso delle elezioni credibili nella Repubblica Democratica del Congo. Adesso ci rivolgiamo a un’altra regione e orientiamo la nostra solidarietà domenicana verso l’India, un paese che, in questi ultimi anni, ha conosciuto una crescita e uno sviluppo considerevoli.

Tuttavia, malgrado questo sviluppo, numerosi strati marginalizzati e vulnerabili della società continuano a essere vittime di una violenza e di una criminalità crescenti. I Domenicani sono vicini in modo particolare ai bambini, alle donne e ai popoli autoctoni (tribali), vittime di maltrattamenti e oppressi nella loro aspirazione alla pace e al riconoscimento dei loro diritti. Sostenendoli vogliamo altresì unire i nostri sforzi a quelli della Chiesa universale per ciò che riguarda il mondo giovanile (dopo il Sinodo dei Giovani del 2018) e i popoli autoctoni (in concomitanza con il Sinodo sull’Amazzonia del 2019).

Sul sito dell’ordine (op.org) tutte le informazioni per partecipare e contribuire a questa iniziativa che unisce tutta la famiglia domenicana nell’impegno concreto per un mondo di pace.