Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato

La promozione della giustizia e della pace non è estrinseca, ma fa tutt’uno con l’annuncio del Vangelo. In questo senso, Gesù descrive la propria missione nella sinagoga di Nazaret si esprime in termini che sono difficilmente equivocabili. Proprio in forza del mistero dell’Incarnazione, portare la buona notizia ai poveri, ai ciechi, agli afflitti, ai prigionieri e agli oppressi (cf. Lc 4,18) comporta una sensibilità per la giustizia economica e politica, nonché per la cura degli altri e dell’ambiente in cui tutti viviamo. La Costituzione pastorale del Concilio Ecumenico Vaticano II Gaudium et spes e l’istituzione da parte del b. Paolo VI del Consiglio pontificio per Giustizia e Pace (1967) conferma quanto questa consapevolezza. Sulla base della testimonianza di San Domenico, i frati predicatori – com’è sottolineato dal Libro della Costituzioni – “sono inviati a tutti gli uomini […] e specialmente ai poveri, affinché volgano il loro animo a evangelizzare e a impiantare la Chiesa fra le genti” (LCO, 98). È proprio il ministero della predicazione, finalizzato a “restaurare tutte le cose in Cristo”, che “ci spinge a promuovere il retto ordinamento della società” (LCO, 131), illuminando la coscienza del popolo di Dio e formando i laici, in ordine “ad unire le forze con tutti gli uomini di buona volontà […] per consolidare sulla terra il regno della giustizia, dell’amore e della pace” (LCO, 132). Perché il nostro apostolato nell’ambito sociale sia un vero servizio reso agli uomini, indipendentemente da qualsiasi fazione, “i frati si impegnino con diligenza a investigare, con esperti della complessa realtà sociale, i problemi umani e morali che emergono sempre dalle nuove circostanze, tenendo presenti gli aspetti teologici di tali questioni” (LCO, 133).

Lettera sul clima

Cari fratelli e sorelle, scriviamo questa lettera per condividere l’esperienza che abbiamo fatto a Parigi. Dal 30 novembre al 12 dicembre 19 domenicani - 11 suore, 3 frati e 5 laici provenienti da 11 paesi

Variazioni in chiave domenicana

a margine del Messaggio del Santo Padre Francesco per la celebrazione della XLIX Giornata mondiale della Pace (1 gennaio 2016) A fronte dell’attuale situazione politico-economica globale, definita drammaticamente come “terza guerra mondiale a pezzi”,

fra Marco Salvioli
fra Marco Salvioli
Promotore di Giustizia e Pace e Salvaguardia del Creato

Clicca sotto per collegarti al nostro blog e leggere tutte le notizie!

IL BLOG

Click edit button to change this text.